Gioco d’azzardo. Piacere, divertimento, dipendenza.

Gioco d’azzardo. Piacere, divertimento, dipendenza.

Incontro del Lions Club Assisi sulla tematica del Service nazionale

“HELP  EMERGENZA LAVORO,LUDOPATIA,SOVRAINDEBITAMENTO E USURA”

Assisi 16 Gennaio 2015

Stefania Casieri - Addetto stampa del L.C. Assisi

 

Hanno partecipato come relatori:

                                ing. Gianluca Fagotti   Presidente Lions Club Assisi

                                     dott .Stefano Ansideri  Sindaco di Bastia Umbra

                                     dott. Luciano Bondi Responsabile Servizio Alcologia USL Umbria 1

                                     dott Antonella Lucantoni Servizio Alcologia ,Antifumo e Gioco D’azzardo –USL 1

                                     dott Antonio Bodo referente del service per il  Club

 

            Introduce i lavori il presidente Fagotti facendo presente che forse il tema della ludopatia  non è abbastanza considerato in quanto il business del gioco è enorme: nel 2012  in Italia sono stati giocati più di 80 miliardi di Euro, per un incasso netto da parte dello Stato di 8 miliardi. Fra l’altro i costi sociali  legati al gioco  non sono da meno :oltre 800.000 persone a rischio dipendenza(GAP , Gioco d’azzardo patologico), famiglie distrutte, numerosi casi di suicidi  per i troppi debiti, senza contare le infiltrazioni mafiose , che riciclano denaro attraverso le sale Slot e i casi di usura sempre più in aumento.

Per fortuna che la campagna SLOTMOB, nata  nel 2013  e promossa da vari esponenti della Società civile per combattere  il problema del gioco d’azzardo legalizzato,premia i bar che hanno scelto di rinunciare alle slot machines  a favore di colazioni  o aperitivi in centinaia .Utilizzare la logica del mercato per scopi etici.,infatti se tutti scegliessimo di acquistare  solo nei bar senza Slot il problema sarebbe risolto.

 

Il dott Bodo ringrazia i relatori che hanno aderito all’iniziativa senza tentennamenti

 

Il Sindaco Ansideri , dopo i ringraziamenti di rito,introduce il termine azzardopatia , ricordando che quando nel 2010 iniziò a rendersi conto del problema  , emise un’ordinanza che vietava  l’uso nei centri sociali delle new slot,apparecchi di intrattenimento che riescono a creare  enormi aspettative di vincita nei giocatori, tanto che anche madri di famiglia erano  attratte dal loro uso. Il provvedimento fu impugnato dalle Società che gestiscono tali congegni mettendo in discussione  la legittimità dell’iniziativa  del sindaco.

Fu interessata  della questione anche la magistratura  che solo il 31 Dicembre 2014  ha stabilito  che i centri sociali siano liberi dall’uso delle famigerate macchinette. Connessi ai problemi economici sono i  problemi dell’usura che non risparmiano neanche i giovanissimi  che nella migliore delle ipotesi vengono coinvolti nello spaccio di droghe. E’ stato deludente constatare che i Sindaci di comuni vicini  non si sono impegnati ,forse per il timore di ritorsioni. Purtroppo  c’è una normativa che regola l’installazione  di tali apparecchi  nei locali pubblici,c’è il tornaconto del gestore del locale e di  forti lobby che per tutto il gioco d’azzardo introitano 120-130 miliardi. Maggiori dovrebbero essere le iniziative contro il gioco d’azzardo . Il soggetto preda del vortice  del gioco  non è padrone di sé, ricorre ad una serie di bugie  e procura enormi danni alla famiglia.

 

Il dottor Bondi  riconosce che il numero di persone coinvolte è consistente ed elevato è il numero degli esercenti. Da quando nel 1895 Charles Fey  inventò le slot  c’è stato un incremento notevole sopratutto  negli ultimi  anni (dal 2000 al 2012 da 14  si è passati a 76 miliardi di euro con 800.000 giocatori patologici e 2.000.000 di giocatori non accaniti).Le motivazioni  sono appetitive (edonistiche)e avversative(fuga  da situazioni spiacevoli), conseguentemente le occasioni considerate piacevoli liberano dopamina  come dimostrano le risonanze magnetiche . Il GAP  è una malattia mentale  appartenente  ai disturbi del controllo degli impulsi e il disturbo del gioco d’azzardo  è inserito nel capitolo delle dipendenze.

NOVEMBRE 2014

FERVE L’ATTIVITA’ NEL LIONS CLUB DI ASSISI

di Stefania Casieri

 

*Durante la visita del Governatore del distretto 108L Ing. Giampaolo Coppola al Club unitamente al Club di Gualdo Tadino , nella cornice di un’accoglienza festosa e propositiva cui hanno partecipato anche i Sindaci di Assisi ,Gualdo Tadino e Cannara ,il Presidente ing. Fagotti  ha evidenziato l’operatività del Club sul territorio per rafforzare  l’orgoglio di essere Lions.

Particolare attenzione è stata riservata ai service “scuola , giovani e lavoro” e a quelli  internazionali Lions Quest , Poster per la pace,Campo amicizia .Il sindaco ing. Claudio Ricci nel sottolineare che Assisi è una culla in cui le pietre tendono ad accogliere ,ha detto che il dono è reciproco e i Lions  fanno tutto in punta di piedi  valorizzando le risorse presenti sul territorio .

*8 Novembre  si è celebrata la ricorrenza dei defunti del Club durante la quale il  Presidente Fagotti  ha avuto parole di commosso ricordo.

 *Attualmente è in atto nelle scuole superiori lo svolgimento  di un tema  sul service  nazionale “Help emergenza lavoro”  il cui vincitore sarà premiato in una pubblica cerimonia

*Il Club anche  per l’interessamento del dott. Paolo Scilipoti, presidente dell’Ente  Calendimaggio nonché presidente di zona del distretto Lions, sta organizzando  un evento ludico ricreativo con finalità di reperimento fondi sponsorizzato dal Comune , da Ente Calendimaggio e dall’Istituto Alberghiero di Assisi. Il 28 Novembre  si svolgerà una”cena medioevale” nella sala delle Volte  in piazza del Comune ad Assisi con ingresso dal foro romano. I soci e i partecipanti si troveranno “insieme  per tramandare la tradizione” Cura particolare  per l’olio extra vergine  delle colline umbre. Protagonista della serata  sarà il Ben Mangiare  ad opera di Giorgione , noto chef di Montefalco che cura  sopratutto la qualità dei cibi e la convivialità affabile.

Ottobre 2014

FORMAZIONE E PROSPETTIVE OCCUPAZIONALI PER I GIOVANI

di Stefania Casieri

Il Lions Club Assisi ha iniziato l’anno sociale con una tavola rotonda dedicata ai giovani, cui hanno partecipato l’architetto Serena Moroni,assessore alla pubblica Istruzione del Comune di Assisi,il Prof. Giovanni Pace,dirigente  del Liceo Classico Properzio  e dell’Istituto per ciechi e sordi,la Prof Barbara Siena dirigente dell’Istituto comprensivo 2 di Assisi.

Il presidente ing. Gianluca Fagotti dopo aver presentato  i relatori  ha sottolineato che  nel momento storico che viviamo e in cui il paese  ha una disoccupazione giovanile  di oltre il 50%, l’Associazione dei Lions Clubs  impegna per l’anno 2014-15  gli oltre 42000 soci italiani  nel service”Help emergenza lavoro”, finalizzato per dare un aiuto ai giovani, distintisi negli studi,ad inserirsi nel mondo del lavoro. Ha inoltre evidenziato  l’importanza che una armonica  formazione riveste per i giovani che dovranno confrontarsi con quelli di altri paesi. Il mondo del lavoro  e della scuola devono essere strettamente connessi per far si che il rapporto offerta – domanda sia equilibrato.

Leggi tutto: Ottobre 2014

L’istituto Serafico in collaborazione con Lions Club Assisi

ABBRACCIA LA GIORNATA MONDIALE DELLA VISTA RINNOVANDO L’INIZIATIVA DI ASSISTENZA OCULISTICA GRATUITA PER I BAMBINI


Assisi, 9-10 ottobre

Nel mondo vivono 39 milioni di ciechi e 246 milioni di ipovedenti. Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità circa l’80% dei casi di cecità sono prevenibili, per questa ragione l’OMS lancia a livello planetario la campagna “No more avoidable blindness” (basta alla cecità evitabile), al fine promuovere la salute della vista e sensibilizzare l'opinione pubblica contro l’ipovedenza e i difetti della vista.

Per questa ragione l’Istituto Serafico grazie alla Presidente Francesca di Maolo e il Lions Club di Assisi grazie al Presidente Gianluca Fagotti, per il terzo anno hanno proseguito nella collaborazione su questa campagna di sensibilizzazione, promovendo  visite oculistiche gratuite per i bambini delle scuole materne ed elementari nelle giornate del 9 e 10 ottobre presso l’ambulatorio specialistico del Serafico.

Il Prof. Cesare Fiore, specialista in oculistica all’Università di Perugia in collaborazione con le Dott.sse Angela Annichiarico, Rita Giardinieri e  la Dott.ssa Marina Menna, con disponibilità e spirito dei volontari hanno visitato gratuitamente i bambini che ne hanno fatto richiesta.

Leggi tutto: L’istituto Serafico in collaborazione con Lions Club Assisi

9-10 Ottobre 2014 Due giornate di screening visivo per la popolazione infantile di Assisi e Bastia Umbra ,organizzate dal Lions Club di Assisi.

di Stefania Casieri

Anche quest’anno ,per iniziativa del dinamico Presidente  Ing Gianluca Fagotti e del Consiglio direttivo del Club si rinnova l’appuntamento  a favore delle iniziative contro l’ipovedenza  impegnandosi in un’opera di prevenzione dai difetti della vista.

Nel  pomeriggio dei giorni 9 e 10 Ottobre gli alunni delle scuole elementari e della scuola materna saranno sottoposti gratuitamente ad uno screening visivo rispettivamente  presso la struttura del Serafico di Assisi ,Ente Ecclesiale di alto livello  che si prende cura  di bambini e ragazzi con disabilità plurima provenienti da tutto il territorio nazionale,e presso il palazzo della salute  di Bastia. Le giornate vedono impegnati  in prima persona i soci Antonio Bodo,Marcello Piccioni, Carla  Schianchi ,referenti del Club per questa iniziativa.

 

Tutti i soci del Lions Club di Assisi sentono intensamente  il ruolo di Cavalieri della luce  che Helen Keller  assegnò ai Lions  del mondo ,sostenendo  tutti i programmi  che ruotano intorno  al tema della cecità e dell’ ipovedenza  come pure  il progetto  della donazione  di un cane guida.

Si invitano pertanto i genitori a non tralasciare l’opportunità che il Club di Assisi offre.

Le prenotazioni avverranno presso l’Istituto Serafico di Assisi, di cui si ringrazia la  presidente per la  sensibilità e disponibilità dimostrate.